Il progetto Erasmus + Sesycare si propone di offrire competenze di imprenditorialità sociale ai giovani caregiver fornendo loro opportunità di accesso ai progetti finanziati dall’Unione Europea.
Social Entrepreneurship Skills to Young
CAREgivers of perople with chronic Illness

Il progetto

I giovani caregiver sono ragazzi o giovani adulti che si prendono cura di familiari malati o disabili. Si fanno carico di responsabilità di assistenza simili a quelle dei caregiver adulti e proprio in virtù di questo necessitano a loro volta di un’attenzione speciale.

Lo scopo di questo progetto è quello di mettere insieme un bagaglio di conoscenze sulla vita dei giovani caregiver, con un focus particolare sulle loro esperienze personali, sull’impatto che il lavoro di assistenza ha sulla loro quotidianità, sui bisogni e sulle strategie di adattamento e offrire loro un’educazione all’imprenditorialità sociale estremamente utile ad un gruppo così vulnerabile.

I giovani caregiver sono spesso nascosti, dimenticati o ignorati dalla politica e dagli attori principali della rete di servizi a livello nazionale e locale. Non figurano nella letteratura sull’assistenza alla comunità, sulla cura della famiglia e sui diritti dei ragazzi; così come le esperienze e le esigenze dei giovani caregiver non sono esplicitamente riconosciute nelle politiche sociali e familiari. Le implicazioni a lungo termine delle responsabilità sulla salute dei giovani caregiver e sullo sviluppo psicosociale necessitano di ulteriore approfondimento.

Notizie - Incontri

Vuoi far parte di Sesycare?

Vivi in Grecia, Italia, Turchia o Paesi Bassi? Sei un giovane caregiver che si prende cura di una persona affetta da patologia cronica?
Puoi davvero fare la differenza entrando a far parte della nostra ricerca! Vai alla pagina dei contatti e mandaci un messaggio.

CONVENZIONE NUMERO2020-2-EL02-KA205-006146


Il sostegno della Commissione europea alla produzione di questa pubblicazione non costituisce un’approvazione del contenuto, che riflette esclusivamente il punto di vista degli autori, e la Commissione non può essere ritenuta responsabile per l’uso che può essere fatto delle informazioni ivi contenute