Webinar sui giovani assistenti di genitori con problemi di salute mentale

Il 25 Ottobre 2021, Epioni ha organizzato un evento ibrido presso Innovathens / Technopolis City di Atene rivolto ai giovani badanti che hanno genitori con problemi di salute mentale. L’evento è stato accolto da MEP Mrs. Elena Kountoura e ha ospitato relatori di rilievo come gli psichiatri Dr. Orestis Giotakos che ha discusso la prospettiva “cura del mio cervello” e Dr. Georgia Balta che ha presentato il tema “Genitori con malattia mentale: il posto del bambino”

Il direttore della Federazione europea delle associazioni delle famiglie di persone con Mental Illness EUFAMI, Mr. John Saunders, ha parlato della depressione vissuta dalle famiglie.

La signora Stefania Buoni, presidente dell’organizzazione italiana COMIP, ha parlato dei figli di genitori con problemi di salute mentale e darà suggerimenti e buone pratiche per sostenerli.

Il webinar è stato sostenuto dalla Società di Psichiatria Sociale P. Sakellaropoulos, Obrela, Edra, e la Rete europea di vita attiva per la salute mentale (ENALMH).

Gli sponsor: Lundbeck, Interamerican, e il Centro Nefrologico Saronico.

Sponsor della comunicazione: https://healthdaily.gr, www.psychologynow.gr, www.iatronet.gr

L’incontro faceva parte del progetto Share4Carers con i seguenti partner: Power of Life, EPIONI, Gaziantep University, COMIP, Centre Neuro Psychiatrique Saint-Martin, EUFAMI e Fondazione Internazionale Don Luigi Di Liegro.

Elena Kountoura, membro del Parlamento:

Scarica il programma in PDF

Elena Kountoura – Membro del Parlamento europeo ha pronunciato il seguente discorso:

Cari amici
Prima di tutto, vorrei congratularmi con la Rete greca dei badanti EPIONI per l’organizzazione dell’evento di oggi, che cerca di sensibilizzare sulle molteplici sfide affrontate da chi si prende cura di persone con malattie croniche. Dalla mia attuale posizione di membro del Parlamento europeo, ma anche durante la mia carriera politica e professionale, e attraverso i miei molti anni di lavoro volontario in organizzazioni su questioni sociali e la promozione dei diritti umani, sono ben consapevole delle difficoltà che affrontate e della lotta incessante in cui siete impegnati.
Voglio congratularmi personalmente con ognuno di voi perché il vostro lavoro e il vostro contributo sono inestimabili, all’interno della famiglia e per la persona di cui vi prendete cura e richiedono un lavoro costante, un costo finanziario ed emotivo, un sacrificio personale e una forte resistenza fisica e mentale. La pandemia non ha lasciato nessuno di noi indenne, ma ancora di più voi che, come professionisti della salute
professionisti della salute, siete stati in prima linea in queste condizioni di salute senza precedenti. L’impatto della salute mentale è un aspetto estremamente critico della crisi pandemica multidimensionale, e il Parlamento europeo l’ha definita una “pandemia silenziosa”.
L’Unione europea ha invitato gli Stati membri a intensificare il loro lavoro per adottare politiche più dinamiche per affrontare la salute mentale.
In questo contesto, lo Stato, lo stato sociale e il sistema sanitario devono concentrarsi sui bisogni specifici che dovete affrontare come caregiver, sia quelli creati dalla pandemia che quelli che esistevano prima e non sono stati adeguatamente affrontati finora. E implementare a livello nazionale i cambiamenti istituzionali necessari per garantire che abbiate un adeguato accesso
ai servizi e alle strutture per soddisfare queste esigenze, ma anche per attuare piani di sostegno integrato mirati per garantire i vostri diritti alla salute, al lavoro, all’istruzione e alla formazione e nel complesso alla vostra vita quotidiana. È molto importante che tu non ti senta solo e solo, e che ci sia un meccanismo per sostenere la tua salute e le tue cure in modo che tu possa continuare a dare a chi ne ha bisogno.
In occasione del mio intervento di oggi, voglio assicurarvi che io personalmente e il mio ufficio siamo al vostro fianco per esaminare insieme le questioni critiche che vi riguardano e per sostenere le vostre posizioni e proposte a livello europeo.
Vi auguro buona fortuna per il vostro lavoro.